Perché non si riesce a perdere peso con la dieta?

0
18

Spesso è vero che, nonostante si segua una dieta dimagrante e si faccia esercizio, non si riesca a perdere nemmeno un chilo (o meno di quanti ci si aspetta), e la colpa è di alcuni errori che si seguono, soprattutto a tavola.

Errori sull’esercizio fisico e sull’idratazione

Prima di osservare gli errori che si fanno a tavola, è necessario tenere presente anche errori sull’attività fisica e l’idratazione. Fare ginnastica o praticare uno sport fa sempre bene, ma molti fanno l’errore di esagerare per dimagrire, oppure può capitare il contrario, ovvero non farne abbastanza.

Un aiuto, in questo caso, può venire proprio dalla tecnologia: ci sono dei dispositivi, infatti, che possono contare le calorie bruciate al posto nostro, e si possono trovare sotto forma di bracciale o è possibile scaricare delle app specifiche sullo smartphone. Alcuni di questi strumenti o app, sono in grado di contare i passi fatti durante il giorno, e ciò può essere utile, visto che bisogna farne almeno diecimila, in modo da bruciare i grassi e potenziare i muscoli, mantenendo attivo il metabolismo.

Non bere abbastanza acqua è un altro errore, sia che si stia seguendo una dieta o no, in quanto l’assunzione giusta di acqua (se ne consigliano due litri al giorno), possono liberare l’organismo dalle tossine e ridurre i gonfiori. A questo proposito, esistono sempre delle app e dei dispositivi che registrano quanta acqua si beve in un giorno e tramite le quali ci si può ricordare ogni volta che si deve bere.

Gli errori che si commettono a tavola

Sono numerosi gli errori che si possono commettere quando si mangia. A cominciare dalla spesa: riempire la dispensa, infatti, è come indurre a mangiare di più, costringendo anche a consumare tutti gli alimenti prima che scadano. E’ bene, quindi, acquistare solo il necessario ed evitare prodotti che possono aumentare il peso.

Alcuni per dimagrire, decidono di saltare i pasti, e non c’è niente di più sbagliato, perché non fa altro che aumentare la fame e rallentare il metabolismo. E’ necessario sempre fare i tre pasti principali e i due spuntini, con i cibi giusti.

Un altro suggerimento da seguire è di non mettere lo zucchero nel caffè e nelle tisane, usando magari dei dolcificanti alternativi, come la stevia che, oltre ad essere naturale, ha zero calorie.

A tavola, è bene non abbinare due tipi di carboidrati, come il pane e le patate. E’ bene scegliere l’uno o l’altro, sempre in determinate quantità. E quando si mangia la pasta o il riso a pranzo, si sconsiglia di prendere anche il pane.

E’ meglio anche non cenare solo con frutta e/o verdura, perché ciò non solo aumenta la fame, ma non è nemmeno salutare. La frutta e la verdura contengono fibre, vitamine e sali minerali, ma non bastano, all’organismo. Senza contare che chi mangia solo frutta, può alzare di molto la glicemia. A cena, quindi, chi vuole restare leggero può abbinare ad una macedonia di frutta delle proteine, come una frittata di albumi.

Durante i pasti, inoltre, non bisogna mai mangiare velocemente, per due motivo. Il primo è che mangiando velocemente si introducono maggior quantità di cibo, ed in secondo luogo, chi non gusta abbastanza il cibo non trasmette al cervello il senso di sazietà.