La riduzione del seno

0
680

Se ci sono donne che si lamentano di avere un seno troppo piccolo, mentre altre vorrebbero ridurne la dimensione. Per farlo, è necessario ricorrere alla chirurgia, ma si possono provare anche dei metodi naturali.

La mastoplastica riduttiva

La mastoplastica riduttiva è una tecnica che permette di ridimensionare il proprio seno e/o di correggere un’eventuale asimmetria mammaria, migliorando così l’armonia del proprio corpo.

Nelle visite preliminari, il chirurgo dovrà esaminare e misurare le dimensioni del seno, informando la paziente su come vuole procedere e sulle istruzioni che dovrà seguire prima di sottoporsi all’intervento, nonché sulle possibili complicazioni ed effetti collaterali.

L’intervento durerà all’incirca un’ora e mezza, quando sarà necessario solo un day hospital, ma per due giorni la paziente dovrà stare a riposo, evitando per una decina di giorni di svolgere attività faticose, fare saune o esporre il seno al sole.

Nei primi giorni potranno insorgere gonfiori ed ecchimosi. Di rado si verificano sanguinamenti o infezioni, nonché alterazioni della sensibilità del capezzolo, soprattutto se la paziente è una fumatrice.

La mastoplastica riduttiva può arrivare a costare dai 5000 agli 8000 euro, a seconda della struttura, della tecnica usata e dell’esperienza del chirurgo.

Rimedi naturali

Prima di ricorrere alla chirurgia, ci sono altri metodi a cui ricorrere, per nascondere o ridurre il proprio seno. Si può cominciare “mascherando” il problema, indossando un reggiseno sportivo o che comprima o una fascia contenitiva sulla zona pettorale. Per questo, bisogna prestare attenzione al tipo di fasciatura, assicurandosi che non crei dei problemi dal punto di vista fisico.

E’ bene scegliere dei vestiti che non aggiungano volume sul seno o che siano troppo stretti, optando per dei capi di abbigliamento che siano della propria misura. Il top, le magliette o le camicie dovrebbero essere di colore scuro e i pantaloni e le gonne colorati.

Se si stanno assumendo dei farmaci o degli integratori che possano aumentare il seno, perché contenenti estrogeni o fitoestrogeni (come la pillola anticoncezionale), è bene smettere di prenderli.

Un altro consiglio è quello di seguire una dieta sana ed equilibrata, che aiuti a bruciare i grassi e non superi un certo numero di calorie. A questo scopo è bene abbinare alla dieta anche una regolare attività sportiva.

Si possono assumere anche delle tisane che, come la dieta, hanno lo scopo di bruciare i grassi e ridurre le dimensioni del seno, come il tè verde o un infuso preparato con la coda cavallina.

In conclusione, la chirurgia è di sicuro il metodo più efficace per ridurre il seno ma, prima di ricorrere ad essa, sarebbe bene provare questi altri metodi naturali.