Arginina: benefici, fonti, dosaggio ed effetti collaterali

0
112

L’arginina è un amminoacido essenziale, il che significa che generalmente è prodotto a sufficienza dal corpo, ma che occasionalmente può essere assunto sotto forma di integratore. Il nome di questo amminoacido deriva dal greco “argiros” ed è stato chiamato così per via del suo colore bianco argenteo. In questo articolo ti spiegherò quali sono i benefici, le fonti, il dosaggio corretto e gli effetti collaterali dell’arginina.

Benefici

Ecco quali sono le proprietà benefiche dell’arginina:

Migliora la salute del cuore

Le ricerche hanno dimostrato che l’arginina è utile per ridurre l’infiammazione e migliorare la salute dei vasi sanguigni e del sistema cardiovascolare. Per questo motivo, l’arginina orale è uno degli integratori più popolari raccomandati dai cardiologi. Per le persone con alti fattori di rischio per la malattia coronarica, gli integratori di arginina possono essere una misura efficace per prevenire un infarto o ictus. Questo amminoacido previene la pressione alta, migliora del flusso sanguigno nelle persone con arterie intasate, abbassa del colesterolo alto, allevia l’insufficienza cardiaca congestizia, migliora la resistenza e riduce i sintomi associati alla dal flusso sanguigno dal cuore agli arti.

Riduce l’infiammazione e combatte gli effetti dell’invecchiamento

Oltre alla salute del cuore, uno dei principali benefici dell’arginina è quello di combattere l’infiammazione e di migliorare il funzionamento del sistema immunitario. L’arginina riesce infatti ad eliminare i radicali liberi per via dei suoi effetti sull’enzima chiamato superossido dismutasi e di altri meccanismi antiossidanti. Questo ammoniacido può anche ridurre la presenza di ammoniaca nel sangue, motivo per cui a volte viene usata per curare persone con problemi metabolici e danni all’uretra dove l’ammoniaca viene espulsa dal corpo.

Migliora le prestazioni durante un allenamento

L’arginina è nota per migliorare efficacemente il flusso sanguigno, il che significa che aiuta a portare nutrienti e ossigeno ai tessuti muscolari e alle articolazioni. Questo significa che con l’aiuto di L-arginina, puoi godere di molti dei molti benefici dell’esercizio, ma con meno dolore. Viene persino usata in alcuni casi per aumentare il calore e la circolazione a giunture danneggiate o mani e piedi freddi. E’ dimostrato che gli integratori di arginina aiutano a costruire muscoli più forti anche quando si sta riposando per via dei suoi effetti sui capillari del corpo.

Previene le infezioni ed accelera la guarigione delle ferite

L’arginina viene utilizzata per ridurre il rischio di infezioni (in particolare infezioni respiratorie o problemi ai polmoni), per migliorare la guarigione delle ferite o delle ustioni e per ridurre i tempi di recupero in seguito a cancro, malattia o chirurgia. A volte viene aggiunta agli unguenti topici usati per trattare le ferite per diversi motivi: aiuta far scorrere il sangue più liberamente, combatte il dolore ed il gonfiore. Pare che quest’amminoacido sia utile anche per combattere le carie.

Ha degli effetti sulla disfunzione erettile e sull’infertilità

L’arginina è coinvolta nel processo di corretta replicazione cellulare oltre a migliorare la circolazione sanguigna. Quindi può aiutare a migliorare sia la produzione di sperma che la motilità. Anche le donne possono sperimentare un migliore aiuto riproduttivo da l’arginina. I medici a volte prescrivono creme topiche che contengono questo amminoacido per aiutare a curare i problemi sessuali. L’arginina è in grado di trattare l’infertilità in entrambi i sessi poiché migliora la circolazione nei tessuti genitali. Pare inoltre che l’arginina aiuti a bilanciare gli ormoni in modo naturale e a  ripristinare la normale funzione sessuale nelle donne con sindrome dell’ovaio policistico e con squilibri di estrogeni.

Fonti

Esistono una gran numero di alimenti che contengono questo amminoacido, eccone alcune:

  • Fonti di origine animale: includono prodotti caseari tra cui ricotta, latte e yogurt. Prodotti a base di carne tra cui carne di manzo, maiale, pollame e selvaggina. Frutti di mare, in particolare aragosta, tonno e halibut.
  • Fonti di origine vegetale: includono cereali tra cui muesli e farina d’avena. Noci e semi tra cui arachidi, ceci, semi di soia, noci pecan, noci e anacardi.

E’ possibile assumere l’arginina anche sotto forma di integratore, ma prima di farlo ti consiglio di consultare il tuo medico di fiducia.

Dosaggio

Il dosaggio dell’arginina dipende molto dal motivo per cui la si assume. Se l’obiettivo è quello di trattare le malattie cardiache o la disfunzione erettile, possono essere presi dai tre ai sei grammi al giorno. Mentre per migliorare le prestazioni fisiche, si possono assumere fino a nove grammi al giorno. Gli adulti sani che vogliono prevenire l’infiammazione e beneficiare di una migliore circolazione, di solito la dose raccomandata è di circa un grammo al giorno. Le dosi più alte comportano ovviamente un rischio maggiore di andare incontro ad effetti collaterali.

Effetti collaterali

Il sovradosaggio può provocare i seguenti effetti collaterali: mal di testa, nausea, vomito, intorpidimento, irritazione venosa locale, eruzioni cutanee, gonfiore alle mani ed ai piedi, sangue nelle urine, livelli alti di potassio nel sangue. Può anche causare ustioni alla pelle/necrosi, perdita di conoscenza, intorpidimento facciale, formicolio, dolore addominale, gonfiore, diarrea, gotta, allergie, anomalie nel sangue, infiammazione delle vie aeree, peggioramento dell’asma e bassa pressione sanguigna.