Amminoacidi: benefici, fonti, effetti collaterali ed avvertenze

0
633

Gli amminoacidi sono i “mattoni” fondamentali del nostro organismo. Essi forniscono energia, grassi e carboidrati. Tuttavia, gli aminoacidi sono strutturalmente caratterizzati dal fatto che contengono azoto, mentre i grassi ed i carboidrati no. Pertanto, solo gli aminoacidi sono in grado di formare tessuti, organi, muscoli, pelle e capelli. Essi sono dei precursori di enzimi e neurotrasmettitori e questa loro funzione viene spesso sottovalutata. In quanto tali, gli aminoacidi regolano quasi tutti i processi metabolici nel corpo umano e sono essenziali per un corpo sano. Di seguito ti mostrerò quali sono i benefici degli amminoacidi, le fonti, gli effetti collaterali e le avvertenze.

Benefici

Gli aminoacidi sono estremamente versatili. Sebbene ce ne siano più di 200 tipi diversi, i più noti sono i 22 aminoacidi cosidetti proteinogeni. Oggi gli aminoacidi sono centrali nel campo della medicina ortomolecolare. Questo campo descrive la pratica di ottimizzare le funzioni corporee, prevenire e curare le malattie fornendo al corpo quantità ottimali di nutrienti come vitamine, minerali alimentari, proteine, antiossidanti, amminoacidi e acidi grassi. Di seguito ti mostrerò nello specifico quali sono i benefici degli amminoacidi in alcune parti del corpo ed in determinati disturbi:

Capelli

Ecco le proprietà benefiche di alcuni amminoacidi nei capelli:

  • La L-arginina aiuta a produrre la cheratina, la quale minimizza la perdita di capelli correlata ad alcune malattie. Migliora inoltre l’azione del sistema immunitario e protegge i capelli dagli effetti dannosi della colorazione e della decolorazione.
  • La L-cisteina è un componente importante della cheratina, riduce i sintomi dell’alopecia androgenetica ed è inoltre il precursore del L-glutatione che aiuta indirettamente la protezione dei follicoli piliferi dallo stress ossidativo.
  • La L-metionina è un altro importante componente della cheratina, un elemento vitale per la sintesi del pro-collagene, aiuta a proteggere i follicoli piliferi dallo stress ossidativo e rallenta l’ingrigimento e l’assottigliamento dei capelli.
  • L-Lisina aiuta a stimolare il collagene per riparare i capelli danneggiati e migliora il funzionamento dei follicoli piliferi.
  • La glicina aiuta a produrre collagene.
  • La prolina è un amminoacido non essenziale che aiuta a produrre il collagene, la cartilagine e protegge i muscoli.

Artrite

La metionina è un amminoacido contenente zolfo, il quale favorisce lo sviluppo del tessuto cartilagineo. È quindi uno dei più importanti ed efficaci nella terapia dell’artrite. L’integrazione di metionina non ha effetti collaterali negativi.  L’arginina supporta il sistema immunitario e può favorire la guarigione dei processi infiammatori. Inoltre, essa migliora la circolazione e quindi aiuta il trasferimento di micronutrienti in tutto il corpo e alle articolazioni.

Impotenza

L-arginina può migliorare significativamente la condizione di impotenza maschile grazie al suo ruolo centrale nella regolazione del flusso sanguigno. Inoltre, il L-glutatione supporta la qualità dello sperma e quindi la virilità maschile.

Invecchiamento

Il glutatione è costituito dai tre aminoacidi: L-acido glutammico, L-cisteina e L-glicina. È un antiossidante particolarmente forte che protegge le cellule dai danni causati dai radicali liberi. L-glutatione è fondamentale per l’organismo e svolge un ruolo centrale in molti processi metabolici. Esso è in grado di prevenire l’ossidazione dei lipidi, delle proteine e soprattutto degli acidi nucleici, che sono fondamentali per il processo di divisione cellulare e quindi di crescita. Il glutatione è quindi fondamentale per la capacità del corpo umano di crescere e mantenere il tessuto sano, in altre parole, la sua capacità di rimanere giovane. Pare inoltre che il glutatione sia molto importante per il sistema immunitario, soprattutto nei pazienti oncologici.

Fonti

Gli amminoacidi si trovano in concentrazioni molto diverse all’interno di cibi diversi. Ecco in particolare quali sono le migliori fonti alimentari di amminoacidi:

  • Fonti di origine animale: manzo, maiale, uova, pollo, molluschi e pesce
  • Fonti di origine vegetale: quinoa, soia, lenticchie, amaranto, grano saraceno e semi di canapa

Effetti collaterali ed avvertenze

Gli amminoacidi sono sicuri se vengono assunti nel modo giusto (via orale) e nelle dosi appropriate. Sono noti alcuni effetti collaterali, come l’affaticamento e la perdita di coordinazione. Evita di assumere gli amminoacidi se sei incinta, se hai la SLA, se sei un’alcolista, se devi sottoporti ad un intervento e se soffri di chetoaciduria a catena ramificata. Non somministrare gli amminoacidi ad un bambino che ha bassi livelli di zuccheri nel sangue, in quanto potrebbero abbassare la glicemia.