Rosa canina: quali sono le sue proprietà cosmetiche e non?

0
134

Non è strano trovare in certi prodotti di bellezza, soprattutto creme, tra gli ingredienti la rosa canina, o rosa selvatica, appartenente alla famiglia delle Rosacee. Per saperne di più sulle sue proprietà, si può continuare a leggere questa pagina.

La pianta e le sue proprietà

Il genere della rosa canina comprende più di cento specie di arbusti, diffuse in regioni temperate a 1300 metri, ed è una pianta perenne cespugliosa di cui, tra maggio e giugno, sbocciano delicati fiori, di colore rosa tenue, a cui si seguono dei frutti di colore rosso, la forma ovoidale. Linneo gli attribuiva la proprietà di poter curare la rabbia trasmessa dei cani, ma gli studi hanno dimostrato che non ha di questi effetti, ma contiene molta vitamina C, e per questo durante la seconda guerra mondiale, in Inghilterra, si facevano assumere ai bambini.

Questa pianta ha proprietà astringenti, cicatrizzanti, diuretici, rimineralizzanti e tonici. Per uso interno, lo sciroppo che si ottiene dai suoi frutti viene consigliato a chi soffre di diarrea o come rinvigorente se si è in astenia. Il decotto preparato sempre con i frutti, poi, può aiutare a disintossicare l’organismo. Ad uso esterno, l’infuso delle sue foglie e dei suoi boccioli fungono da cicatrizzanti per ferite e piaghe, mentre il succo dei suoi petali si può usare come collirio.

Con la rosa canina si può preparare anche un vino, dall’azione stimolante e tonica, prendendo un litro di ottimo vino bianco secco a cui aggiungere un etto di petali di rosa canina ed un etto di cinorrodi per quindici giorni, e poi filtrarlo.

I suoi usi cosmetici

In vari cosmetici, dai cremi ai bagnoschiuma, si può trovare la rosa canina tra gli ingredienti. Infatti, essa è ricca di vitamine C ed E ed antiossidanti, e quindi può stimolare il rinnovamento delle cellule, riducendo la pigmentazione e le rughe, sia che si usi sulla pelle, sotto forma di crema, o che si assuma tramite tè o infusi, bevuti regolarmente.

Chi lo desidera, poi, può usare i suoi frutti freschi, tagliati, svuotati, lavati con cura e frullati per ottenere una maschera di bellezza, da applicare sul viso per un effetto levigante, tonificante e schiarente, lasciandola agire un quarto d’ora prima di risciacquare. E’ ottimo anche il suo oleolito, estratto dalle bacche, che si può applicare direttamente sulla pelle o inserire in altre maschere per il viso.

Un aceto di rosa canina, invece, è ottimo contro sfoghi della pelle come l’orticaria, ma anche contro acne e scottature. Per prepararlo, bisogna prendere un litro di aceto bianco (preferibilmente non industriale), mettendovi in infusione duecento grammi di petali di rosa canina, tenendo il tutto in una bottiglia, per un mese, al sole, e filtrando poi il composto in una bottiglia di vetro scuro.