I tagli per chi ha pochi capelli

0
850

Anche se non ci si può vantare di avere una folta chioma, non è da escludere che anche i capelli corti abbiano il loro fascino: basta aprire una rivista e trovare delle attrici o delle cantanti a cui stanno bene. L’importante è scegliere il taglio giusto.

Tipi di tagli corti

Uno dei tagli corti più popolari è sicuramente il pixie cut, moderno e che non presenta le doppie punte, facendo sembrare i capelli più sani.

Se si sceglie un caschetto lungo, il migliore è il long bob, poco più lungo del mento, che sia scalato sul lato posteriore della testa.

Chi non ha paura di adottare uno stile estremo, può anche optare per il taglio alla moicana, tirandoli verso l’alto con un gel.

Per valorizzare un taglio corto, è bene fare attenzione anche a quello della frangia, che dovrà essere sfilata, con pochi ciuffi e le cui scalature dovranno incorniciare il viso.

I tagli corti conferiscono un look fresco e sbarazzino, e chi vuole valorizzarli può scegliere di indossare dei capelli o delle fasce adatte.

C’è da aggiungere che un’accorciatura corta è adatto a valorizzare un viso ovale, dal taglio sfilato, soprattutto con un caschetto o un taglio sfilato. Chi ha un volto squadrato, invece, dovrebbe evitarlo, perché può portare l’attenzione sugli angoli del viso.

Come bisogna trattarli

Per far apparire al meglio i capelli corti, è bene usare uno spray voluminizzante, in modo da dargli una maggiore consistenza.

Con un taglio corto, è bene lavarli spesso (due o tre volte alla settimana), in quanto possono sporcarsi più di quelli lunghi.

Bisogna anche scegliere lo shampoo adatto, magari con un’azione anticrespo, soprattutto se si hanno dei capelli fini, in modo che rimangano ben nutriti. Il balsamo, invece, non va usato troppo, e bisogna fare attenzione a non passarlo sulla cute.

E’ bene, inoltre, procurarsi degli oli vegetali (come quello di argan) o delle lozioni che puliscano la cute e mantengano sano il cuoio capelluto. Invece di usare delle spazzole o dei pettini, i capelli si possono tranquillamente sistemare con le dita, in modo da non rovinarli.

Se è possibile, è meglio lasciarli asciugare da soli, o perlomeno non usare un asciugacapelli troppo caldo, altrimenti si rischia di rovinarli.

Per sapere qual’è il taglio corto più adatto al proprio viso è bene farsi consigliare dal proprio parrucchiere, che nella maggior parte dei casi ha delle riviste o delle foto da mostrare, in modo che la cliente possa scegliere quello che preferisce.