Perchè in autunno cadono i capelli?

0
315

C’è chi afferma che nella stagione autunnale cadono più capelli, ed infatti è proprio così. Ma qual’è la causa e come si può affrontare un problema del genere?

Ritmi naturali

Può sembrare strano, ma è proprio così. In autunno, le temperature cominciano ad abbassarsi ed animali ed organismi vegetali ne risentono. Se in questa stagione cadono le foglie dagli alberi e gli animali cambiano il pelo, gli esseri umani perdono i capelli, che ne possono perdere dai cinquanta ai cento al giorno.

Sono due i motivi a cui si può ricollegare un fenomeno del genere. Il primo dipende dall’esposizione solare. Passando dai forti raggi solari estivi a quelle più freddi dell’autunno, anche i bulbi piliferi ne risentono.

Il secondo motivo, è sempre una questione stagionale: in primavera i capelli crescono di più perché in estate devono proteggere la pelle dal sole estivo, ma in autunno, i capelli in eccesso cadono.

Alcuni potrebbero pensare che sia un controsenso, visto che le persone tendono a tagliare i propri capelli in estate per via del caldo, mentre li fanno crescere in autunno, perché proteggano la testa e la pelle dal freddo.

Tuttavia, se la caduta dei capelli, a prescindere dalla stagione, peggiora, è meglio consultare un medico, perché potrebbe essere il sintomo di un altro problema, come la calvizie.

Come rimediare?

La caduta dei capelli si può rallentare o prevenire, optando per alcuni rimedi. Uno di questi, è cercare di seguire una dieta corretta, ricca di cibi che possono aiutare contro un problema del genere.

Tra gli alimenti che possono aiutare a prevenire la caduta dei capelli, si possono includere le mandorle, le noci (che si possono trovare facilmente in autunno), il miglio, il crescione e il lievito di birra.

Con le erbe, si possono preparare decotti ed infusi da applicare sui capelli, che siano a base di piante come l’ortica, il timo o la lavanda.

Si può preparare un infuso concentrato, per prevenire la caduta, mettendo 150 grammi di foglie di basilico fresco in un litro di acqua molto calda, per venti minuti. Dopo aver schiacciato le foglie filtrate, si frizionano i capelli per due o tre volte alla settimana.

Per rallentarne la caduta, invece, si può applicare un olio naturale, come di cocco o di jojoba, o del gel di aloe vera.

Si possono utilizzare, naturalmente, degli shampoo o dei balsami anti-caduta, che contengano acidi ialuronici o altre sostanze come la lisina o la glicoproteina.