Quale colore di capelli scegliere?

0
977

In alcuni capi, cambiare il colore dei propri capelli può essere una scelta obbligatoria, soprattutto se si cominciano a intravedere dei capelli bianchi, oppure solo una questione di “vanità”. A volte, cambiare il proprio aspetto può aiutare a sentirsi meglio. Ma come scegliere il giusto colore di capelli?

Scegliere un nuovo look

Chi vuole coprire i capelli bianchi, cerca un colore che sia simile al suo, se non uguale. Per quelli che vogliono cambiare il proprio aspetto, il discorso è diverso. C’è chi vuole scegliersi un colore di capelli per avere un look moderno, impressionando così chi gli sta intorno.

Per scegliere il nuovo colore di capelli, è necessario tenere conto della tonalità della propria pelle e il colore dei propri occhi. Nella maggior parte dei casi, si consiglia di scegliere un colore castano, le cui sfumature si possono adattare a qualunque tipo di pelle.

Per le sfumature bionde o rosse, il discorso è più complicato, perché a differenza del castano, non sono colori adatti a chiunque. Chi ha la pelle troppo chiara, ad esempio, non dovrebbe optare per una sfumatura bionda, o perlomeno scegliere un biondo scuro.

Avere dei dubbi sulla sfumatura del colore è normale, e non deve essere essere né troppo chiara né troppo scura, rispetto alla propria carnagione, che la sua tonalità sia calda o fredda.

Come scegliere le sfumature di colore

Partiamo dal colore più versatile, ovvero il castano. Se si ha delle pelle chiara, se ne può sceglierne uno chiaro o dai riflessi ramati, evitando i toni troppo scuri, perché possono far impallidire ancora di più la propria carnagione.

Il castano scuro è, invece, più adatto a chi ha la carnagione scura, mentre chi ha un colorito intermedio, può scegliere una tonalità di castano intermedia, evitando delle sfumature bionde o neutre.

Le donne preferiscono diventare bionde, ma non è un colore che sia adatto tutti. Un biondo chiaro o dorato va bene per le pelli chiare, ma non devono avere sfumature bianche o color cenere, perché rendono la pelle ancora più pallide.

Per un colorito intermedio va bene un biondo intermedio che non sia, anche in questo caso, un biondo cenere. Se la propria pelle è scura, anche il biondo deve essere di una sfumatura scura, ma possono bastare anche dei semplici colpi di sole.

Con il colore rosso bisogno fare più attenzione, perché se si sceglie la sfumatura sbagliata, toglierla o nasconderla diventa più difficile.

Se la pelle è chiara, si può scegliere un biondo o un rosso ramato, evitando i toni scuri. Con una pelle dal colore intermedio, è meglio un castano chiaro dai riflessi rossi o un ramato intermedio. Chi ha una carnagione scura, dovrebbe scegliere un un castano intermedio dai riflessi rossi o un castano semplice, evitando le sfumature rosse troppo accese.

Molti potrebbero pensare che il nero sia un colore che va bene a tutti, ma anche qui bisogna scegliere la sfumatura giusta. Chi ha una carnagione, dovrebbe optare per un castano scuro o un nero che abbia delle sfumature castane, mentre chi ha una pelle di colore intermedio, dovrebbe scegliere sempre un castano scuro o che tenda al nero.

Il colore corvino, invece, è adatto a chi ha una carnagione scura, ma dovrebbe evitare di sceglierne uno con dei riflessi blu, che possono far sembrare la propria pelle quasi verdastra.