Bionde cenere: quale trucco si deve usare? Qual’è il rossetto giusto? Le meches sono adatte?

0
127

Il colore biondo cenere è una tinta più scura di biondo, e a tratti i riflessi possono sembrare grigi. E’ un colore che valorizza le carnagioni pallidi e gli occhi di colore chiaro, ma come devono truccarsi le donne con questo colore di capelli, che sia tinto o meno? E’ possibile fare delle mesches?

Come valorizzare i capelli biondi cenere

Come tutte le altre tonalità bionde, per curare al meglio i capelli biondo cenere occorre trovare uno shampoo adatto, ricco di antiossidanti, come quelli a base di girasole o germogli di grano, due o tre volte alla settimana. Anche lo shampoo alla camomilla è adatto, per riparare e proteggere la fibra capillare.

E’ bene anche usare una maschera adatta a questa tonalità di capelli, soprattutto se sono tinti, per cercare di mantenerli luminosi e sani. Se ne può preparare una in casa, mescolando un tuorlo d’uovo, un cucchiaino di olio di miele e un cucchiaio di olio d’oliva, applicandolo e tenendolo avvolto in un asciugamano per un quarto d’ora, per risciacquare dopo con acqua tiepida e lavarli con lo shampoo.

Con questo colore di capelli, si possono abbinare i più diversi tagli, come il pixie cut, lo snowlightening, che crea un effetto neve, o il classico shatush.

In molte si chiederanno se e quali mesches scegliere per questa tonalità. Per valorizzare questi capelli, è possibile illuminare la base, in modo da creare un effetto armonioso, come il platino o un giallo-dorato. Le meches, invece, dovrebbero essere di una sfumatura più scura, in modo da creare degli stacchi più nette. Una sfumatura color sabbia, ad esempio, lo rende più elegante.

Anche le ciocche grigie (o meglio argento) possono essere adatte al biondo cenere, in quanto possono ravvivare le lunghezze. Una sfumatura del genere è capace di creare un effetto “artico”.

Il make-up adatto

Per valorizzare ancora di più questo colore di capelli, si deve scegliere anche un make-up giusto. Naturalmente, molto dipende anche dalla carnagione. Ad esempio, chi ha una pelle abbronzata dovrebbe renderla più luminosa con shimmer o altri prodotti adatti. Se si ha una pelle bianca, invece, si dovrebbe provare con una base sempre luminosa, ma meno calda.

Sulle labbra, invece, si può optare per un rossetto rosa che tenda al pesca, oppure, se si desidera accentuarle, a un rosso. La scelta dipende, sempre, dai toni della pelle.

Con le matite e gli ombretti, bisogna considerare il colore degli occhi. Chi ha gli occhi chiari, e per la precisione blu, dovrebbe sfumarli con colori come il blu ardesia, l’argento, o il grigio, mentre per gli occhi verdi è bene usare un colore che tenda più al violaceo. Se si hanno gli occhi scuri, è bene usare degli ombretti marroni.

Sono da evitare, in assoluto, dei fondotinta scuri e/o abbronzanti, che possono essere adatti ad un biondo più chiaro, ma non a quello cenere. Ovviamente, vanno evitati anche ombretti, fard ed altri trucchi dai colori più accesi.