Le attrezzature più adatte per curare i propri calli

0
61

I calli sono un problema davvero fastidioso e a volte anche doloroso che, prima o poi, affligge davvero tutti, uomini e donne, indipendentemente dall’età, dalla professione e dallo stile di vita. Riuscire a praticare sport, passeggiare o semplicemente indossare un particolare tipo di scarpe diventa così davvero un supplizio e per questo motivo è fondamentale risolvere il problema. In commercio esistono per fortuna diverse attrezzature che ognuno di noi può utilizzare per eliminarli. Se si vuole avere la certezza di acquistare dei prodotti di qualità, che fanno davvero al caso nostro e a un prezzo più che competitivo, si può utilizzare il sito specializzato in attrezzature e cosmetici Mbfstores.com, un vero e proprio leader nel settore.

Come iniziare il trattamento per i calli

Innanzitutto è necessario effettuare un pediluvio con acqua calda che deve durare almeno un quarto d’ora per far sì che la pelle del callo e della zona circostante si ammorbidisca perfettamente. In passato questa operazione veniva compiuta con delle semplici bacinelle in cui si introduceva dell’acqua calda già in temperatura e, magari, del sale o del bicarbonato. Oggi esistono in commercio delle vasche apposite in grado di scaldare rapidamente l’acqua che viene introdotta fino alla temperatura impostata sul termostato e di mantenere, poi, tale temperatura. Questi dispositivi sono di solito dotati di rulli per il massaggio del piede, spazzole e rulli per una prima sommaria rimozione dei calli. I modelli più innovativi sono anche caratterizzati dalla presenza dell’idromassaggio che permette di massaggiare dolcemente e delicatamente il piede fino alla caviglia, così da riattivare la circolazione sanguigna e linfatica e ottenere un vero e proprio rilassamento che si avverte lungo tutta la gamba. Il senso di stanchezza, affaticamento e appesantimento, così scompaiono.

La rimozione dei calli

Dopo aver effettuato il pediluvio, si può procedere con la rimozione vera e propria del callo. Per farlo è possibile utilizzare gli appositi tagliacalli con lame usa e getta. Si tratta di manici in acciaio inox totalmente igienici, sterilizzabili e sicuri, su cui vengono montate le lame usa e getta. Attraverso questi dispositivi anche i calli più profondi ed estesi possono essere rimossi totalmente fin dalla radice. La forma ergonomica della maggior parte di questi strumenti permette l’eliminazione di ispessimenti cutanei, calli e duroni anche nelle zone dei piedi più difficili da raggiungere. E’ importante scegliere dei manici che abbiano l’impugnatura comoda, lunga e sicura e sui quali l’applicazione e la rimozione delle lame sia rapida e soprattutto sicura. Non si deve correre il rischio di ferirsi mentre si prepara o si pulisce lo strumento! Anche la scelta delle lame da acquistare deve essere fatta con estrema attenzione, infatti per motivi igienici e di sicurezza è sempre bene scegliere quelle confezionate singolarmente.

La pietra pomice

Nel caso in cui il callo sia solo appena pronunciato o, comunque, per rifinire il trattamento, può essere utile passare sulla parte interessata la pietra pomice. Si tratta di una pietra dalle forme e dimensioni differenti che deve essere fatta passare sui piedi per letteralmente “grattare via” la pelle morta. Questa operazione è molto semplice ed indolore, infatti è sufficiente grattare il piede esercitando una moderata pressione e la cute secca ed indurita viene letteralmente desquamata ed eliminata. Esistono diversi tipi di pietre pomice, molte delle quali sono montate su strutture di supporto, solitamente in legno o metallo, con o senza manico, che hanno il compito di facilitarne la presa e l’utilizzo. In alternativa, è possibile utilizzare anche dei raspapiedi: di solito sono dotati di due diversi lati abrasivi intercambiabili, uno per eliminare i calli e uno con funzioni abrasiva e di levigatura.

L’igiene prima di tutto

L’eliminazione di un callo deve avvenire con il massimo igiene possibile per evitare qualsiasi insorgenza di infezione perciò il rimuovicalli deve essere sterilizzato dopo l’utilizzo. Per farlo è possibile utilizzare uno sterilizzatore. Ne esistono in commercio tantissimi tipi che si differenziano tra loro per la tecnologia di base utilizzata, la dimensione e, di conseguenza, anche il prezzo. I principali tipi di sterilizzatore impiegati funziano a raggi UV, a microsfere di quarzo, a stufa a secco o, infine, a ultrasuoni. Il risultato e la sicurezza del trattamento sono del tutto paragonabili tra loro. Ciò che li distingue è fondamentalmente il tempo necessario per la sanificazione e, da non sottovalutare, il costo medio.

Per finire…

Dopo aver eliminato il callo è sempre consigliabile applicare sul piede una crema idratante, meglio anche se con effetto rinfrescante, allo scopo di mantenere morbida la cute. Questa dovrebbe poi essere utilizzata con costanza per evitare che calli e duroni possano riformarsi.