Maschere per il viso: classifica e suddivisione per tipologie

0
922
tipi di maschere viso in base alla pelle

La maschera per il viso è un trattamento cosmetico che prevede l’uso di una crema più o meno densa in cui sono presenti principi attivi funzionali, da applicare sul viso regolarmente. E’ un trattamento che deve essere eseguito con costanza affinché se ne vedano gli effetti benefici sulla pelle.

Una buona maschera per il viso, se usata in modo corretto e costante, consentirà alla pelle di rigenerarsi apparendo più fresca e tonica. Esistono molte tipologie diverse di maschere che vanno ad ovviare ai principali problemi che si manifestano sul derma: produzione di sebo, secchezza o comparsa di rughe.

Ogni pelle necessita di una sua particolare tipologia di maschera che le permette di contrastare il problema di cui soffre, utilizzando specifici principi attivi funzionali. In questo articolo abbiamo deciso di proporre una classifica delle maschere migliori e delle case di cosmetici che le producono, a seconda del tipo di pelle, in seguito approfondiamo le diverse maschere per il viso che si possono trovare in vendita, in base alla loro composizione (INCI) ed alla loro funzione.

le maschere per il viso migliori sul mercato

Guida alla scelta e classifica delle migliori maschere viso

La maschera viso va scelta con molta cura per non rischiare di peggiorare una situazione già di per sé problematica. Come spiegato in modo meticoloso in questo approfondimento sulle migliori maschere per il viso, prima di scegliere il prodotto di cui siamo alla ricerca dobbiamo:

  1. osservare con attenzione come si comporta la nostra pelle per comprendere se è presente qualche patologia,
  2. leggere l’INCI per conoscere di quali ingredienti è composta la maschera,
  3. decidere se è adatta per le proprie necessità,
  4. solo a questo punto si dovrà procedere con l’acquisto; anche la scelta di dove acquistare la maschera per il viso è importante, soprattutto se si effettua su internet è consigliato verificare che si tratti del sito ufficiale del prodotto.

Dopo aver accennato come scegliere la maschera per il viso, passiamo alla classifica delle migliori a seconda del tipo di pelle:

  • Pelle secca: se notiamo intorno all’attaccatura dei capelli, sulla fronte o anche sulle guance delle leggerissime esfoliazioni e la pelle tende a squamarsi, allora avremo una pelle secca. Le maschere viso migliori per chi ha la pelle secca sono quelle molto corpose che contengono oli o butto e che come  ingrediente fondamentale hanno l’acqua che deve essere assorbita dalla pelle attraverso i pori per evitarne la desquamazione. Una delle maschere idratanti di ultima generazione presenti sul mercato troviamo Hydromemory di [comfort zone] che è interamente studiata per l’idratazione.
  • Pelle opaca: se abbiamo una pelle opaca, grigia e che ha perso tono e colore quello di cui abbiamo bisogno è una maschera detox che vada ad agire contro le impurità della pelle e vada a pulirla e riportarla al colore naturale. Per questo tipo di maschere si utilizzano ingredienti detox come argilla, di tutti i tipi e carbone che sono per eccellenza gli ingredienti più utilizzati per lavare a fondo le impurità della pelle. Le novità presenti su mercato di maggior rilievo ed efficacia sono quelle targate l’Oreal e Clinique pensate apposta per chi deve combattere tutti i giorni con la frenesia della vita.
  • Pelle sensibile: se al primo colpo di freddo la nostra pelle tende ad arrossarsi e tende a comparire quel fastidioso inestetismo che è la couperose allora quello che ci serve è una maschera viso che combatta il rossore e protegga la pelle dalla rottura dei capillari. Maschere di questo tipo hanno come elementi principali il miele e la propoli perché sono ingredienti molto nutrienti e lenitivi ma non aggressivi che curano e proteggono le pelli sensibili. La miglior offerta di maschere di questo tipo sul mercato è offerta da Sisley.
  • Pelle non definita: se la nostra problematica è rappresentata da una pelle con contorni non ben definiti e che ha bisogno di essere “ rimpolpata” serve una maschera ad azione rimodellante che funzioni efficacemente sull’epidermide non lasciando che esso perda tono e definizione. Per questa tipologia di problema le maschere più valide sono rappresentate dalla gamma di Nuxe e Eisemberg.
  • Pelle stanca: se la vostra pelle non presenta particolari problematiche ma in realtà presenta solo i segni della stanchezza dovuti a poco riposo e a una vita frenetica quello che fa al caso vostro è una crema notturna ad azione intensa che agirà quando sarete a letto senza che voi vi preoccupiate di nulla. In questo campo le novità migliori sono la Sleeping Mask di Sephora e Energie de Vie Nuit di Lancome.

INCI e risultati della maschera per il viso

Suddivisione in base all’INCI

A seconda di come vengono create le maschere viso possono essere suddivise in differenti tipologie.

  • Maschere viso ad azione immediata: molto presenti nei saloni di bellezza, hanno una consistenza gelatinosa in cui gli ingredienti presenti vengono scelti in base alla tipologia di pelle su cui devono andare ad agire.
  • Maschere a due corpi: sono maschere in cui vengono miscelati due differenti agenti, uno che ha funzione veicolante e il principio attivo, che però vengono preparati precedentemente e separatamente.
  • Creme: sono le maschere viso meno studiate e specifiche che è possibile trovare in tutti i supermercati o profumerie, non hanno un’azione specifica.
  • Maschere a freddo: servono per liberare pelle dalle tossine e depurarla a fondo e sono molto richieste nei saloni estetici.
  • Fanghi: sono le maschere a caldo che vengono utilizzate soprattutto per le pelli grasse e ricche di sebo e tendenzialmente acneiche, il calore ha la funzione di dilatazione dei pori che dovrebbe favorirne l’assimilazione.

Suddivisione in base alla funzione

Esistono molti differenti trattamenti per ogni tipologia di inestetismo per cui questa classificazione risulta essere leggermente più complicata.

  • Maschere ad azione rivitalizzante: questa tipologia di maschera serve per ridare tono e vitalità alla pelle che viene costantemente sottoposta a stress, smog e lavoro e tende nel tempo a perdere vivacità e vitalità.
  • Maschera idratanti: questa tipologia di maschera è particolarmente indicata per le pelli secche  disidratate poiché la sua azione è sia lenitiva che, appunto, idratante e permette all’acqua presente in essa di penetrare a fondo ridando lucentezza alla pelle secca ed esfoliata.
  • Maschere calmanti: sono maschere che hanno la funzione di togliere o lenire il rossore di pelli particolarmente delicate e soggette alla rottura dei capillari come le pelli couperosiche.
  • Maschere purificanti: sono maschere create ad hoc per assorbire il sebo e contrastare la formazione di punti neri e che agiscono in profondità.
  • Maschere schiarenti: spesso queste sono le maschere più usate da donne non più giovanissime che vogliono contrastare la comparsa dei primi inestetismi della vecchiaia come rughe ed iperpigmentazione e contengono principi esfolianti a base di acidi (cogico, salicilico, glicolico…).

Quindi, qualunque sia il vostro tipo di pelle e la vostra problematica è possibile correre ai ripari con una di queste soluzioni veloci ma efficaci, come testimoniato dalle recensioni dei clienti sui vari forum e dalle opinioni di esperti che confermano il buon funzionamento di questo tipo di cosmetico.