Dolore agli occhi, come trattarlo

0
33

La salute degli occhi è preziosa, non solo per la bellezza ma anche per mantenere negli anni una vista perfetta. Ci sono situazioni in cui è importantissimo ricorrere all’ausilio dei sanitari, in modo da scongiurare l’insorgere di disturbi agli occhi di più seria entità, o addirittura di giungere a veri e propri difetti visivi. Purtroppo però non sempre diamo il corretto peso ai sintomi che avvertiamo; un caso di questo genere riguarda il dolore agli occhi.

Le cause del dolore

Le cause del dolore agli occhi possono essere varie, alcune delle quali non necessariamente correlate all’apparato visivo. Il dolore al bulbo oculare, correlato a bruciore o prurito può essere correlato alla presenza di corpi estranei all’interno dell’occhio, o anche a infezioni e irritazioni delle sue varie parti. La congiuntivite, ossia l’infiammazione della congiuntiva, è una delle cause che più spesso portano a questo tipo di sintomo, spesso correlato alla sensazione di avere della sabbia sotto la palpebra. In alcuni casi invece il dolore al bulbo oculare è correlato a disturbi e infiammazioni delle sue parti esterne, come avviene ad esempio con la blefarite, o infiammazione delle palpebre. Se invece il dolore è avvertito nella parte posteriore dell’occhio può trattarsi di problematiche più gravi, come ad esempio il glaucoma, dato dall’aumento della pressione intraoculare.

Prendersi cura del dolore all’occhio

In linea generale è importante evitare di sminuire il dolore all’occhio; certo, un leggero fastidio o prurito possono essere correlati semplicemente alla presenza di polvere nell’aria, che entra in contatto con la superficie dell’occhio. È però fondamentale intervenire quanto prima, non appena si avverte il problema. Sul sito aziendale, Essilor spiega come estrarre i corpi estranei nell’occhio. Il consiglio è quello di rivolgersi rapidamente a un oculista, o anche al pronto soccorso dell’ospedale più vicino. Questo consiglio è valido sia quando si percepisce un forte dolore all’occhio, sia quando il dolore è lieve, associato o no a rossori, pruriti o sensazioni di bruciore. Per quanto riguarda in particolare i corpi estranei nell’occhio, è bene ricordare che questo tipo di evento non è tanto raro quanto si può pensare. Anzi, sono numerosi coloro che sono colpiti da tale problematica, causata spesso dall’attività lavorativa. Purtroppo in vari casi il dolore causato da un corpo estraneo non è eccesivo, quindi chi ne soffre tende a sottostimare la problematica.

E se non me ne curo?

Capita a tutti di avvertire un qualche sintomo leggero e di valutare di attendere un paio di giorni prima di allertare i sanitari. Quando si tratta degli occhi questo atteggiamento è del tutto deleterio, perché anche piccole lesioni o eventi di leggera entità possono rapidamente degenerare, portando a disturbi molto più seri, a volte addirittura permanenti. È il caso dei corpi estranei nell’occhio, ma anche dei primi sintomi del glaucoma, dei traumi alla testa, delle irritazioni e delle abrasioni della cornea. Intervenendo in modo tempestivo si può infatti andare a ridurre il dolore, ma anche a evitare che le strutture dell’occhio risultino eccessivamente compromesse dalla problematica di cui si sta soffrendo. Possono infatti sopraggiungere infezioni, anche gravi, così come vi possono essere complicazioni che portano a lesioni permanenti di alcune strutture dell’occhio, come ad esempio la cornea.