Mal di pancia da stress: come curarlo?

0
74

All’origine del mal di pancia ci possono essere diverse cause, ma quella più difficile da trattare forse è proprio quello da stress. C’è chi direbbe che un disturbo del genere sia una questione mentale e che basta non pensare alle preoccupazioni per farlo passare, ma è più facile a dirsi che a farsi, ma ci sono dei rimedi.

La dispepsia funzionale

Questo disturbo è una vera e propria malattia, di tipo “funzionale”, ovvero che viene diagnosticata quando si esclude qualunque lesione o danno fisico dell’organo in questione, ma i suoi sintomi sono gli stessi di un mal di pancia qualunque, ovvero il gonfiore all’addome, nausea, vomito, acidità gastrica, etc.

Escluse le cause primarie, come l’uso di alcuni farmaci, l’obesità, batteri, ulcere e gastriti, si possono considerare le cause secondarie, e lo stress e l’ansia sono tra queste, come una cattiva alimentazione o il fumo.

Non bisogna dimenticarsi che lo stomaco funziona come un “secondo cervello”, in grado di comunicare con il sistema nervoso tramite una stretta rete di impulsi, e di conseguenza quando si è stressati o ansiosi, il cervello può comunicarlo allo stomaco, che reagisce proprio come un mal di pancia vero e proprio.

I rimedi

Una volta stabilito che lo stress è la causa di un mal di pancia, la domanda da porsi è come farlo passare. La cosa migliore da fare, in questi casi, è trovare il modo di prevenire questo problema, seguendo abitudini più salutari, come una dieta salutare, fare un’attività fisica (o magari proprio tecniche di rilassamento come lo yoga), ed eliminare il fumo e l’alcool.

Alcuni, ricorrono sempre a dei gastroprotettori, per questo problema ma, con una causa come lo stress, è possibile ricorrere a rimedi naturali, come:

  • assumere alcuni alimenti, come il latte, i mirtilli, il cioccolato fondente, il salmone, le mandorle, l’avena, ed altri alimenti fermentati;
  • delle tisane, a base di erbe come l’ortica, il biancospino, la camomilla, la melissa, il timo, la lavanda o la valeriana.

Tra gli alimenti, oltre a quelli elencanti, si consiglia anche di assumere cibi ricchi di vitamina B, in quanto contengono della serotonina, in grado di migliorare l’umore.

Prima, si accennava alla prevenzione e al praticare dell’attività fisica. Pratiche come lo yoga sono sicuramente rilassanti, ma per lo stress può bastare anche prendersi un minuto per respirare ed inspirare regolarmente, in quanto migliora la circolazione dell’ossigeno nel sangue. Un buon rimedio può essere anche un massaggio sul collo e sulle spalle, che permette di rallentare la tensione ai muscoli.

Per allentare lo stress (ed anche la depressione, eventualmente), è bene anche dormire per almeno sette ore per notte, in modo da riacquistare le forze e rigenerare le cellule. E’ bene, comunque, consultare un medico, che potrebbe consigliare proprio un rimedio naturale adatto.