Guaranà: benefici, dosaggio ed effetti collaterali

0
119

La parola “guaranà” trae le sue origini dalla parola “guaraní guara-n”á che significa “frutto come gli occhi delle persone”. Il guaranà appartiene alla famiglia degli aceri ed è una sorta di pianta rampicante. E’ il frutto preferito dei brasiliani, il Brasile è infatti il paese dove è maggiormente coltivato e venduto. Essendo un rampicante, ha foglie grandi ed è famoso per il frutto che produce. Il guaranà contiene semi che hanno proprietà stimolanti proprio come i chicchi di caffè. I frutti della pianta di guaranà sono marroni e rossi ed i semi sono neri. La pianta di guaranà ha due varietà: selvatica e domestica. Il guaranà è una pianta versatile: il frutto, i semi, le foglie, i gambi e le radici hanno un valore molto significativo. Il guaranà è disponibile sotto forma di integratore in capsule ed in polvere. I semi sono ottenuti dal frutto, essiccati e trasformati in pasta o polvere. È anche usato come ingrediente attivo nelle bevande analcoliche ed energetiche.

Benefici

Ecco quali sono le proprietà benefiche del guaranà:

Brucia i grassi

Il guaranà contiene la caffeina, la quale agisce come stimolante. La caffeina è anche nota per le sue proprietà di bruciare i grassi. Sono stati condotti degli studi su un gruppo di ratti per esaminare l’efficacia del guaranà nella perdita di grasso ed i risultati sono stati positivi.

Migliora la salute mentale e favorisce il benessere generale

Il guaranà combinato con il ginseng e la pappa reale favorisce la concentrazione e rimuove la fatica. Il guaranà combinato con l’Ashwagandha (detta anche medicina ayurvedica) promuove la salute mentale e migliora la concentrazione. La combinazione del guaranà con il tribulus e la maca favorisce la stimolazione della libido ed una migliore salute sessuale. Mentre la combinazione con la curcuma ha proprietà antidolorifiche. Pare inoltre che il consumo di guaranà migliori la memoria.

Protegge le piastrine e previene le malattie cardiovascolari

La presenza delle catechine, della caffeina e delle epicatechine all’interno del guaranà potrebbe aiutare a preservare la conta piastrinica nel sangue umano. Queste sostanze assicurano anche la prevenzione della trombosi e di altre malattie cardiovascolari.

Conferisce energia duratura

Il guaranà contiene la caffeina, la quale ha la capacità di fornire energia duratura. I tannini nel guaranà sono insolubili in acqua e quindi riducono la velocità con cui la caffeina viene rilasciata nel sangue. Questo limita la velocità con cui la caffeina reagisce con il corpo e quindi fornisce energia duratura.

Altri benefici del guaranà

Il guaranà viene utilizzato anche nell’industria alimentare e nelle bevande per indurre a smettere di fumare. È anche conosciuto come “frutto magico” in quanto aiuta nella cura della malaria e della dissenteria. Il guaranà serve anche come agente disintossicante.

Dosaggio

Le dosi terapeutiche di guaranà vanno dai 200 ai 3000 mg al giorno. Tuttavia le dosi che partono dai 2-3 mg sono efficaci per migliorare le prestazioni fisiche. Per trattare l’affaticamento, la stanchezza e per trarre sollievo dal mal di testa è consigliata la dose di 1600mg-2000mg al giorno. Le donne in gravidanza dovrebbero assumere meno di 300 mg di guaranà al giorno e solo se è strettamente necessario. L’assunzione orale giornaliera non deve superare i 3 grammi.

Effetti collaterali

Il sovradosaggio di guaranà può provocare i seguenti effetti collaterali:

Problemi in gravidanza

Ci sono stati casi in cui le donne che hanno consumato guaranà hanno dato alla luce bambini prematuri, bambini di peso inferiore al normale e bambini con difetti di nascita. Il guaranà è un rigoroso “no” per le donne incinte. Un’assunzione di 150 microgrammi di caffeina non può nuocere al bambino, ma il guaranà contiene molta più caffeina ed è sempre consigliabile non essere consumato dalle madri che allattano per la loro salute e per quella del loro bambino.

Insonnia

Il guaranà contiene più caffeina dei chicchi di caffè. Ti consiglio di non consumarlo prima di andare a letto. Il dosaggio raccomandato non deve essere superato in quanto porta a insonnia, irrequietezza, nausea e mal di testa.

Problemi cardiovascolari

Le persone che soffrono di problemi cardiovascolari non dovrebbero consumare il guaranà. I dosaggi più elevati di guaranà hanno effetti avversi sul cuore e i primi sintomi sono: palpitazioni ed aumento della pressione sanguigna.

Altri effetti collaterali

  • Malattie renali
  • Disturbi d’ansia o di panico
  • Ipertiroidismo