Il patchouli: ecco cosa si sa di questa essenza e per cosa si usa

0
98

L’olio essenziale di patchouli si ricava dall’omonima pianta, appartenente alla famiglia delle Labiate, che cresce nel sud-est asiatico ed è ampiamente coltivata in Cina, Indonesia, Malesia ed India. Ma che proprietà ha questo olio? Come viene usato in cosmesi?

Le sue proprietà

Nei paesi di origine,il patchouli ed era ed è usato come stimolante, antisettico e febbrifugo, e viene spesso messo sugli indumenti, e grazie a questo uso è diventato noto in Europa nel corso dell’Ottocento, quando si importavano degli indumenti indiani, impregnati di questa essenza.

Il suo profumo è intenso, terroso, legnoso, dolce e dalle tonalità speziate, ed oltre alle proprietà appena citate, esso è anche un cicatrizzante, antinfiammatorio, decongestionante, astringente, flebotonico, antiparassitario, tonico nervoso, antidrepessivo ed afrodisiaco. Nella cosmesi, esso è adatto per contrastare problemi come la forfora, l’acne, le rughe e la cellulite.

Come viene usato in cosmesi

Questo olio essenziale viene inserito nei più diversi prodotti cosmetici, ma se si acquista solo l’olio in una qualunque erboristeria, si può aggiungere a delle creme oppure usarlo per prepare da soli le proprie creme e maschere.

Una maschera antiacne, ad esempio, si può preparare miscelando un cucchiaio di farina di riso integrale o di avena, un cucchiaino di acqua, una goccia di olio essenziale di limone, una goccia di olio essenziale di patchouli ed una goccia di olio esseniale di tea tree. Una volta ottenuta una pasta morbida, si potrà applicare la crema sulla pelle per circa dieci minuti o un quarto d’ora, risciacquando poi con acqua tiepida ed applicando della crema idratante sulla cute.

Un detergente per il corpo, si può preparare usando 120 millilitri di sapone di Marsiglia liquido, 60 millilitri di glicerina vegetale, 60 millilitri di olio di jojoba, dieci gocce di olio essenziale di patchouli e dieci di olio essenziale di vetiver, che andranno ben miscelato in una bottiglietta sterilizzata con un tappo, e si otterrà un detergente dal profumo terroso e di boschi, da usare come sapone per tutti i tipi di pelle.

Chi desidera uno spray deodorante per i piedi, può prepararne uno sempre con dieci gocce di olio essenziali di patchouli, dieci di olio essenziale di vetiver ed altre dieci di olio essenziale di sandalo australiano, da mescolare in una bottiglietta con un cucchiaio di acqua floreale di rosa ed uno di acqua di fiori d’arancio, che si potrà spruzzare con un apposito flaconcino, e che si potrà conservare in frigorifero per un paio di settimane.

Un buon bagno rilassante ed anticellulite, si può preparare versando nella vasca d’acqua calda una miscela preparata due etti di sali del Mar Morto (ottimi antiossidanti e drenanti), dieci gocce di olio essenziale di patchouli e cinque di gocce di essenza di rosa. Tale composto, prima di essere versato, dovrà riposare per mezz’ora.