Graffiature capelli: che tecnica è? E quale effetto si ottiene?

0
60

Quando si parla di “graffiature” sui capelli si fa riferimento ad una tecnica che permette di accentuare il colore naturale della propria chioma, senza renderli più marcati. Ma come si esegue tale tecnica?

Che cos’è

La graffiatura è una tecnica di schiaritura dei capelli, e le striature che si ottengono sono quali impercettibili, così che l’effetto risulti più naturale. A differenza di altre tecniche che danno questo effetto, come i colpi di sole, esse non necessitano dell’uso di un colore marcato.

E’ un metodo che si può usare sia per capelli chiari che scuri, a prescindere dalla lunghezza, e ad effettuarla può essere solo un parrucchiere, che sa quali tocchi fare sui sulla chioma. Essendo una tecnica semplice non richiede di procedure troppo lunghe.

Come farle

Questo tipo di colorazione si effettua con dei pettini a denti fini, che vanno “sporcati” con del decolorante e passate sui capelli, partendo dalla cute ed arrivando alle punte. Per questo tipo di decolorazione non prevede l’uso di ammoniaca, ma quella di acqua ossigenata a volumi minimi, così da non rovinare i capelli.

Detto così, può sembrare facile effettuare una tale tecnica, ma è bene lasciarlo fare ad un professionista per capire quale tipo di ossigenata sia la più adatta al proprio colore e all’effetto che si vuole ottenere. I tempi di posano, poi, variano sempre a seconda del volume e del risultato.

Online si possono trovare diverse foto che rendono l’idea dell’effetto che si ottiene con la graffiatura, ma chi non sa bene quale effetto vuole ottenere può sempre chiedere al proprio parrucchiere.